Unnikked - Esperienze personali in campo informatico

SSHFS: client per montare un file system remoto tramite SSH

SSHFS (SSH Filesystem) è un client per montare e interagire con un filesystem situato su una macchina remota.

Il client SSHFS interagisce con la macchina remota tramite il protocollo SFTP (SSH File Transfer Protocol) che fornisce funzionalità di accesso, trasferimento e gestione file utilizzando un flusso dati affidabile come estensione del protocollo SSH (Secure Shell).

L’implementazione, sul computer locale dove SSHFS viene montato, fa uso del modulo del kernel FUSE (Filesystem in Userspace)

Questo particolare strumento è utile per quegli utenti che hanno necessità di modificare spesso file su una macchina remota senza avere una copia locale persistente dei file.

Si integra bene anche con i più comuni file manager presenti per le distribuzioni, rendendo il filesystem remoto accessibile come qualsiasi periferica collegata al proprio pc.

Gli utilizzi di questo client sono innumerevoli.

sshfs

Installazione di SSHFS

Per installare SSHFS su una distribuzione Ubuntu Linux e derivata basta scaricare il pacchetto dai repository ufficiali:

apt-get install sshfs

Prima di montare il file system sul nostro computer creiamo una cartella in cui montare il filesystem remoto:

mkdir <directory_locale> 

e procediamo a montare il filesystem tramite:

sshfs [<utente>@]<server>:</directory/da/montare> <directory_locale>

in cui <utente> è il nome utente, <server> è l’indirizzo del server, </directory/da/montare> è l’indirizzo della directory da montare (remota) e <directory_locale> è l’indirizzo della directory su cui montare (locale).

Se <server> è un indirizzo IPv6 è necessario racchiudere tale indirizzo tra parentesi quadre.

Per smontare invece:

fusermount -u <directory_locale>

Per ulteriori informazioni per i vari parametri accettati consultate la pagina del manuale una volta installato tramite:

man sshfs