Unnikked - Esperienze personali in campo informatico

Codiad – un ambiente di sviluppo self hosted e web based

Codiad è un ambiente di sviluppo integrato (IDE) minimale e che presenta molte caratteristiche.

Caratteristiche

E’ stato progettato con lo scopo di renderlo semplice per permettere uno sviluppo veloce e interattivo senza il sovraccarico eccessivo degli editor per desktop.

  • Supporto per più di 40 linguaggi
  • Libreria Plugin
  • Controllo errori e notifica
  • Supporto multiutente
  • Divisione dell’area di lavoro
  • Ridondanza tramite LocalStorage
  • Strumenti di ricerca avanzati
  • Auto-completamento intelligente
  • Editing collaborativo real time
  • Più di 20 schemi di colori per la sintassi
  • Completamente Oper-Source
  • Sorgente facilmente personalizzabile
  • Quick-Download backups
  • Backup veloci da scaricare
  • Spazio massimizzato per l’editor
  • Supporto per il linguaggio i18n

Interfaccia

Codiad consiste in tre pannelli; un pannello a sinistra che ospita il gestore dei file e dei file correntemente utilizzati.

Un pannello centrale in cui risiede l’editor di testo e un pannello laterale a destra in cui sono presenti controlli di sistema e vari.

I pannelli laterali scompaiono a vista per fornire il massimo spazio per l’editor.

screenshot_12_27

Requisiti

Codiad richiede una installazione server di base con Apache2, PHP5+ e permessi di accesso per diverse cartelle. Non è richiesto alcun database.

L’applicazione funziona su tutti i moderni browse come Chrome, Firefox, e IE9+.

Installazione

L’installazione di Codiad è molto semplice, una volta installato Apache e PHP bisogna creare un VirtualHost per apache (o installarlo direttamente in /var/www).

E’ consigliato di usare un VirtualHost strutturato così:

<VirtualHost *:80>
        DocumentRoot /var/www
        <Directory />
                Options -Indexes FollowSymLinks MultiViews
        </Directory>

        # If you want to disable php execution in your workspace, remove the comments
        #<DirectoryMatch "^.+/workspace">
        #        AllowOverride None
        #        Options -Execcgi -Indexes -FollowSymLinks -MultiViews
        #        RemoveHandler .php .phtml .php3 .php4 .php5 .cgi .htaccess
        #        Addhandler text/plain .php .phtml .php3 .php4 .php5 .cgi .htaccess
        #        php_admin_flag engine off
        #        Deny from all
        #</DirectoryMatch>
</VirtualHost>

Una volta entrati nella cartella designata per Codiad scarichiamo l’applicativo.

wget https://github.com/Codiad/Codiad/archive/v.2.5.1.tar.gz

Estraiamo l’archivio tramite tar:

tar -xvf v.2.5.1.tar.gz

Spostiamo i file contenuti nella cartella estratta nella cartella corrente di Codiad:

mv Codiad-v.2.5.1/* .

Eliminamo la cartella e l’archivio estratto.

rm -rf Codiad-v.2.5.1/ v.2.5.1.tar.gz

Ripristiniamo i permessi all’utente www-data:

chown -R www-data:www-data .

Visitando l’indirizzo di Codiad è possibile accedere alla piattaforma per la registrazione dell’account utente principale.

codiad-configurazione-iniziale

Plugin

Sono presenti svariati plugin con cui è possibile estendere le capacità di questa applicazione, dall’integrazione con git a strumenti per la collaborazione in team.

Buon coding!